ASSOCIAZIONE MICROFINANZA E SVILUPPO ONLUS –

RE-LAB: START UP YOUR BUSINESS

L'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), nel corso di un workshop internazionale tenutosi a Parigi lo scorso novembre avente a oggetto nuove iniziative per favorire l’integrazione dei rifugiati, ha presentato l’esperienza innovativa di Associazione Microfinanza e Sviluppo con il progetto “Re-Lab: start up your business” per l’avvio di start up di rifugiati in Italia.

Qui il link di presentazione del progetto dal blog dell’OCSE.


PREMIO NOBEL PER LA PACE 2015

Quartetto per il dialogo nazionale tunisino


La presidente dell'associazione degli imprenditori, W. Bouchamaoui, il segretario generale dei sindacati dei lavoratori, H. Abbassi, il presidente della Lega per i diritti umani,  A. B. Moussa e il presidente dell'ordine degli avvocati F. Mahfoudh
La presidente dell'associazione degli imprenditori, W. Bouchamaoui, il segretario generale dei sindacati dei lavoratori, H. Abbassi, il presidente della Lega per i diritti umani, A. B. Moussa e il presidente dell'ordine degli avvocati F. Mahfoudh

Al Quartetto Tunisino che promuove il dialogo nazionale va il Premio Nobel per la Pace 2015. Il Quartetto creato nel 2013 è composto da quattro organizzazioni della società civile tunisina quali il sindacato UGTT, la confederazione degli industriali UTICA, la lega dei diritti umani Lindh e all’ordine nazionale degli avvocati Inoa che promuove e motiva l’importante processo di dialogo all’indomani della primavera araba. Il Nobel è stato assegnato al Quartetto e non alle singole organizzazione.

Con questo premio la Tunisia si conferma un paese che con grande determinazione riesce a mobilitare una molteplicità di attori della società civile. Dalla cosiddetta “Primavera araba” iniziata proprio in Tunisia il 17 dicembre 2010 quando un giovane ambulante si da fuoco in segno di protesta contro il sequestro della sua merce ad oggi la Tunisia è stata, ed è, un importante punto di riferimento per altri paesi dell’area Mediterranea, che a loro modo, e con risultati diversi hanno conosciuto rivolte popolari. Quello che però ha distinto la Tunisia, e la situazione attuale lo conferma, è stata la forte determinazione e vivacità della società civile che ha saputo creare occasioni di dialogo politico costruttivo e pacifico. Un percorso non certo semplice, sconvolto anche da atti di violenza, ma che anche grazie ad un’attiva partecipazione del mondo associativo ha portato alla redazione di una nuova Costituzione approvata a larga maggioranza il 26 gennaio 2014. Il premio è stato assegnato al Quartetto per la “loro decisiva contribuzione alla costruzione di una democrazia pluralista in seguito alla Rivoluzione dei Gelsomini del 2011" (come annunciato dal Comitato Norvegese per il Nobel).

Questo importante riconoscimento internazionale alla Tunisia, che giunge in un momento drammatico della storia del Mediterraneo, conferma il ruolo decisivo  che la società civile Tunisina ha saputo giocare nel processo Costituzionale e che continua a svolgere rispetto alle dinamiche di sviluppo locale e ai processi di decentramento.

Associazione Microfinanza e Sviluppo ONLUS sostiene la società civile tunisina e questo riconoscimento avvalora ancora di più l’importanza delle nostre relazioni con l’associazionismo locale.